Certificati di Residenza Storico e di Stato di Famiglia Storico

  • Servizio attivo

Sono attestazioni che riguardano situazioni e dati “pregressi”, non riferiti al periodo attuale, conservati negli archivi anagrafici del Comune.


A chi è rivolto

Ai cittadini maggiorenni residenti anche in altri Comuni che vogliano richiedere il certificato per se stessi o per terze persone, di cui conoscono i dati anagrafici.

Descrizione

Sono attestazioni che riguardano situazioni e dati “pregressi”, non riferiti al periodo attuale, conservati negli archivi anagrafici del Comune.

Il certificato residenza storico  è relativo a una singola persona e riporta le variazioni di residenza di persone residenti, immigrate o emigrate dal Comune di San Giuliano Milanese, attestando, con le relative date, tutti i cambi di indirizzo avvenuti dalla data della prima iscrizione alla data della richiesta del certificato.

Il certificato di stato di famiglia storico  documenta la composizione della famiglia anagrafica e le sue variazioni nel corso del tempo; è come se fosse la fotografia della famiglia in un preciso istante nel passato, dove vengono indicati tutti i componenti, compresi quelli non legati da vincolo parentale. Può essere di tre tipologie:

  • stato di famiglia originario: riferito alla composizione della famiglia anagrafica alla data di istituzione dello stato di famiglia;
  • stato di famiglia storico ad una determinata data: riferito alla composizione della famiglia anagrafica alla data indicata dal richiedente;
  • stato di famiglia storico riferito ad un determinato periodo di tempo: riferito alla composizione della famiglia anagrafica e ai movimenti in essa intervenuti nel periodo indicato dal richiedente.

Come fare

I certificati anagrafici possono essere richiesti:

Cosa serve

Consegnare il modulo di richiesta in allegato o ritirabile all'Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune; è necessario indicare l'uso per cui si chiede il certificato, in assenza del quale la richiesta verrà considerata inammissibile.

Cosa si ottiene

Il certificato storico richiesto.

Tempi e scadenze

La certificazione storica non viene rilasciata in tempo reale allo sportello. I tempi variano fino a un massimo di 30 giorni; ciò perché può essere necessaria una ricerca manuale più complessa presso l'archivio anagrafico.

I certificati storici hanno validità illimitata in quanto riferiti a situazioni non più attuali né modificabili.
Sono validi e utilizzabili solo nei rapporti con i privati.

Quanto costa

Importante: In caso di richiesta via posta o a mezzo PEC, prima di effettuare il pagamento contattare il servizio certificazioni (tel. 02 98207400) il martedì o il giovedì dalle 14.30 alle 16.00, per avere conferma dell'esatto costo del certificato.

Certificato di residenza storico:

  • se in bollo: € 16,52 (€ 16,00 bollo + € 0,52 diritti di segreteria);
  • se in carta libera: € 0,26 (diritti di segreteria).

Certificato di stato di famiglia storico;

  • se in bollo: € 5,16 per ogni componente della famiglia più € 16,52 (€ 16,00 bollo + € 0,52 diritti di segreteria);
  • se in carta libera: € 2,58 per ogni componente della famiglia (occorre citare il riferimento normativo relativo all'esenzione dall'imposta di bollo nella richiesta) più € 0,26 (diritti di segreteria).

Dal 1° aprile 2019 per importi superiori a € 15,00 è richiesto di pagare preferibilmente con POS (bancomat o carta di credito).

Accedi al servizio

E' possibile prenotare un appuntamento, che garantisce la priorità di accesso:

- attraverso il sistema di prenotazione "Booking" per la sede di Via De Nicola;
- o contattando il numero  02 98207399.

Documenti

Ulteriori informazioni

Consultare le relative schede correlate per tutte le informazioni sugli altri certificati rilasciati dai Servizi Demografici, e cioè:

- i certificati anagrafici e i certificati anagrafici di nascita, di morte, di matrimonio e di unione civile
- i certificati e gli estratti di stato civile
- il certificato di iscrizione nelle liste elettorali e di godimento dei diritti politici
- i certificati e gli estratti di leva militare

Dal 1° gennaio 2012 agli uffici pubblici è vietato rilasciare certificati da esibire ad altre pubbliche amministrazioni.

Pertanto gli uffici comunali dello stato civile e di anagrafe possono rilasciare i certificati soltanto per uso privato; sugli stessi sarà apposta, a pena nullità, la dicitura "il presente certificato non può essere prodotto agli organi della Pubblica Amministrazione o ai privati gestori di pubblici servizi".

La normativa vigente infatti obbliga la Pubblica Amministrazione e i gestori di servizi pubblici ad accettare (e pertanto a richiedere) , in sostituzione dei certificati anagrafici e di stato civile, l'autocertificazione.

NORMATIVA

- Legge 12 novembre 2011 n. 183 "Legge di stabilità 2012"
- Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 "Testo Unico in materia di documentazione amministrativa"

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Unità Organizzativa responsabile

Telefono

Argomenti:

Ultimo aggiornamento: 14/02/2024, 09:27

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Rating:

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Icona