Tributi: TARI – Tributo comunale sui rifiuti

  • Servizio attivo

La TARI è la tassa relativa alla gestione dei rifiuti.


A chi è rivolto

E' tenuto al pagamento della TARI chiunque possieda, occupi o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte (proprietà, affitto, usufrutto), a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani ed assimilati, indipendentemente dal loro effettivo utilizzo.
E' presupposto di occupazione o conduzione dell'immobile:

  • la presenza di arredamento minimo;
  • l'attivazione di almeno uno dei servizi di erogazione dell'acqua, gas o energia elettrica.

Sono esenti dalla TARI:

  • le aree scoperte pertinenziali o accessorie a civili abitazioni, quali i balconi e le terrazze scoperte, i posti auto scoperti, i cortili, i giardini e i parchi;
  • le aree comuni condominiali di cui all'articolo 1117 c.c. che non siano detenute o occupate in via esclusiva, come androni, scale, ascensori, stenditoi o altri luoghi di passaggio o di utilizzo comune tra i condomini;
  • le aree scoperte pertinenziali o accessorie alle attività economiche, ad eccezione delle aree scoperte operative.

Come fare

La TARI dovrà essere versata tramite i modelli F24, che saranno inviati ai cittadini.

Cosa serve

- Contratto di affitto / denuncia Tari

- Atto di compravendita / denuncia Tari

Cosa si ottiene

Il pagamento della TARI.

Tempi e scadenze

L’obbligo al pagamento della TARI decorre dal giorno stesso in cui ha avuto inizio l’occupazione, che deve essere denunciata all’ufficio Tributi (consultare la scheda correlata). In caso di cessazione, la comunicazione dà diritto allo sgravio del pagamento dal giorno di presentazione della stessa.

Il versamento della TARI per l’anno 2023 avverrà nelle seguenti modalità:

  • prima rata: entro il 5 giugno 2023;
  • seconda rata: entro il 4 dicembre 2023;
  • chi volesse pagare con un unico versamento, potrà farlo entro il 4 dicembre, senza sanzioni né interessi.

Quanto costa

Le tariffe TARI per il 2023 sono state stabilite dalla Delibera TARI tariffe n. 116 del 13 dicembre 2022, in allegato.

Per calcolare la TARI: si moltiplica la superficie “calpestabile” dei locali (ovvero i metri quadrati netti misurati al filo interno delle murature) per la tariffa fissa unitaria, e poi si aggiunge la tariffa variabile (nucleo familiare/superficie). In fondo alla scheda si trovano 2 esempi di modalità di calcolo TARI.

Chi ha versato versato indebitamente delle quote può richiedere il rimborso (vedere scheda correlata).

 

N.B. Alla TARI , sia per le utenze domestiche che per le utenze non domestiche, occorre aggiungere l'addizionale provinciale, pari al 5% del tributo, per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione ed igiene ambientale, come previsto dall'art. 19 del D.Lgs. 30 dicembre 1992, n. 504.

Per le utenze domestiche, è prevista l’attivazione anche per il 2024 del Bonus TARI che consente di ottenere uno sconto pari al 20% dell’importo dovuto se ricorrono le seguenti condizioni:

– indicatore ISEE non superiore a 10.000,00 euro;
– residenza nel Comune di San Giuliano Milanese;
– nessuna situazione di morosità pregressa sull’imposta.

Per ottenere il Bonus, è sufficiente inviare la richiesta on line collegandosi al portale dedicato.

In caso di immobile non abitato con utenze allacciate si applica la misura ridotta con la riduzione del 20%.

Per le altre riduzioni applicabili agli utenti domestici e non domestici, consultare il Regolamento TARI in allegato.

Casi particolari

- In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria.

- In caso di detenzione temporanea di durata non superiore a sei mesi nel corso dello stesso anno solare, la TARI è dovuta soltanto dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso, abitazione o superficie.

- In caso di omesso pagamento, il contribuente può provvedere autonomamente a versare l’importo dovuto con sanzioni ridotte avvalendosi del ravvedimento operoso, applicabile anche alla TARI.
In caso contrario, il servizio Tributi o il Concessionario “Fraternità Sistemi” provvederanno ad inviare al contribuente l’avviso di accertamento esecutivo con le sanzioni piene.

- Per la segnalazione di errori nella determinazione degli importi addebitati e di errori e/o variazioni nei dati relativi all’utente o alle caratteristiche dell’utenza rilevanti ai fini della commisurazione della tariffa, l’utente può contattare il servizio Tributi, fissando un appuntamento.

Accedi al servizio

Per fissare un appuntamento con l'ufficio Tributi per eventuali chiarimenti, è possibile utilizzare il sistema di prenotazione "Booking" o contattare telefonicamente l'ufficio negli orari di apertura.

Documenti

Ulteriori informazioni

Esempi di modalità di calcolo TARI:

- per le utenze domestiche
TRIBUTO – Es. abitazione di 150 mq con 4 persone residenti:

(150 mq X “tariffa fissa unitaria” €/mq___X giorni/365) + (nucleo familiare di 4 componenti X “tariffa variabile” pari a €/nucleo familiare__X giorni/365)= tariffa.

- per le utenze non domestiche
(classificate in base alle 30 categorie merceologiche previste dal D.p.r. 158/99)

TRIBUTO – Es. negozio (cat.13) di 120 mq:
(120 mq X “tariffa fissa unitaria” della categoria 13 €/mq__X giorni/365) + (120 mq X “tariffa variabile unitaria” categoria 13 €/mq __X giorni/365)= tariffa.

NORMATIVA:

- Delibera di Consiglio Comunale n° 98 del 2021
- Delibera di C.C. n.35 del 23/6/2020 –“tariffe tari anno 2020 – approvazione (conferma impianto tariffario 2019 ai sensi art.107 c.5 d.l.n.18/2020) – previsione riduzioni tariffarie utenze non domestiche per emergenza covid-19
-Delibera di C.C. n.33 del 23/6/2020
- Delibera di G.C. n. 3 del 10/1/2019 "Determinazione rate e scadenze TARI Anno 2019"
- Deliberazione del G.C. n.63 del 17/3/2020 "Proroga delle scadenze per l'emergenza Covid"
- Delibera di C.C. n. 81 del 19/12/2018 "Piano finanziario per il servizio di raccolta trasporto e smaltimento rifiuti e determinazione tariffe TARI Anno 2019"
- Delibera di G.C. n. 28 dell'1/2/2018 "Determinazione rate e scadenze TARI Anno 2018;
- Delibera n°19/2018 -"Determinazione tariffe anno 2018 - approvazione"
- Deliberazione di Consiglio Comunale n.13 del 21/04/2016 con cui si è modificato il Regolamento per l'applicazione dell'Imposta Unica Comunale (IUC)
- Deliberazione del Consiglio Comunale n. 32 del 09/09/2014, art. 33 e ss., con la quale è stato approvato il Regolamento comunale sull'Imposta unica comunale
- Legge 27 dicembre 2013, n. 147, istitutiva dell'Imposta unica comunale

- Archivio Delibere presso il Ministero delle Finanze

- Comunicazioni ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente)

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Unità Organizzativa responsabile
Argomenti:

Ultimo aggiornamento: 14/02/2024, 12:54

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Rating:

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Icona