Bonus elettrico per disagio fisico

  • Servizio attivo

Il bonus elettrico per disagio fisico è una misura volta a ridurre la spesa sostenuta per la fornitura di energia elettrica dai nuclei familiari in cui è residente un componente che si trova in condizioni di disagio fisico.


A chi è rivolto

Ai cittadini residenti a San Giuliano Milanese:

  • affetti da grave malattia, che richiede l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita;
  • presso i quali è residente un soggetto affetto da grave malattia, che richiede l'utilizzo di apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita.

Descrizione

Il valore del bonus per disagio fisico è articolato in 3 livelli che dipendono da: potenza contrattuale, apparecchiature elettromedicali salvavita utilizzate e tempo giornaliero di utilizzo.

Come fare

Il titolare della fornitura elettrica (anche se diverso dal malato) deve presentare la domanda esclusivamente in Comune all'indirizzo mail ufficio.sostegnoreddito@comune.sangiulianomilanese.mi.it.

Nella mail si dovrà comunicare se la domanda di bonus (elettrico) disagio fisico si configuri come una “nuova istanza”, il numero di cellulare e l' indirizzo e-mail per eventuali comunicazioni.

Il Comune, dopo aver ricevuto la documentazione sotto indicata ed aver verificato i requisiti, provvederà a:

  • precompilare la domanda di bonus del richiedente, utilizzando gli appositi moduli di legge;
  • contattare l’utente per fissare un appuntamento finalizzato alle firme della pratica.

- Nel caso del cessato utilizzo delle apparecchiature elettromedicali il cliente è tenuto ad informare prontamente il proprio venditore di energia elettrica, in quanto tale situazione comporta la cessazione del bonus.

Cosa serve

Il modulo si richiesta, in allegato, con allegati i seguenti documenti scansionati in pdf:

  • Certificato rilasciato all’utilizzatore delle apparecchiature elettromedicali dall’ASL (di cui all’art. 4, comma 2, del Decreto Interministeriale 28/12/2007 e DM 13/01/ 2011). La certificazione ASL deve obbligatoriamente attestare:
    a) la situazione di grave condizione di salute;
    b) la necessità di utilizzare le apparecchiature elettromedicali per supporto vitale;
    c) il tipo di apparecchiatura utilizzata e le ore di utilizzo giornaliero;
    d) l’indirizzo presso il quale l’apparecchiatura elettromedicale è installata;
  • Documento di identità e codice fiscale del richiedente (cioè del titolare della fornitura elettrica) nonché in aggiunta, qualora l’utilizzatore delle apparecchiature elettromedicali sia diverso dal richiedente, anche il documento di identità e codice fiscale del malato residente con il richiedente;
  • Prospetto riepilogativo di accompagnamento all’ultima bolletta elettrica pagata intestata al titolare della fornitura ove risulti, il codice POD e la potenza impegnata in kW.

N.B. Per ottenere il bonus disagio fisico non è richiesta la presentazione dell'attestazione ISEE.

Cosa si ottiene

Se sussistono i requisiti, l’importo del bonus viene scontato direttamente sulla bolletta elettrica, suddiviso nelle diverse bollette corrispondenti ai consumi.

Ogni bolletta riporta una parte del bonus proporzionale al periodo cui fa riferimento. Quando il bonus viene concesso, in bolletta viene inserita un'apposita comunicazione.

Quando il bonus è in corso di erogazione, sono evidenziati nella bolletta, nella sezione "totale servizi di rete - quota fissa", sia l'avvenuta ammissione alla compensazione, sia il dettaglio dell'importo relativo all'applicazione del bonus.

Tempi e scadenze

La domanda di bonus per disagio fisico prima di tradursi in uno sconto in bolletta deve superare una serie di passaggi di verifica dei requisiti da parte del Comune e di SGAte e di comunicazione tra questi e gli operatori competenti.

Solo al termine di questi passaggi, se la domanda presenta tutti i requisiti di ammissibilità, il cliente riceve il bonus in bolletta.

l bonus per disagio fisico non deve essere rinnovato, ma viene erogato senza interruzioni fino al cessato uso delle apparecchiature elettromedicali.

Casi particolari

- Se il cliente non informa il proprio venditore del cessato uso delle apparecchiature e continua a percepire il bonus senza averne titolo, può essere richiesta la restituzione delle somme indebitamente percepite.

- In caso di cambio del fornitore di energia elettrica o delle condizioni economiche del contratto, il bonus continua ad essere erogato senza interruzioni fino al cessato uso delle apparecchiature.

- Se il contratto inizialmente intestato ad un soggetto diverso dal malato viene intestato al malato (voltura contrattuale), il bonus viene erogato con continuità.

- Se invece il contratto viene intestato ad altro soggetto che non vive dove dimora il cliente in gravi condizioni di salute, il bonus cessa.

Accedi al servizio

Documenti

Ulteriori informazioni

Eventuali altre informazioni sono reperibili sul sito dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti ed Ambiente: www.arera.it

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Unità Organizzativa responsabile
Argomenti:

Ultimo aggiornamento: 29/12/2023, 12:51

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Rating:

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri
Icona